Recensioni in breve.

mercoledì 13 giugno 2018

Nuova recensione per Dannato Malloppo! sul blog The Mantovanis.

"Dannato Malloppo!" di Mario Micolucci è un romanzo insolito, di genere western, chiaramente ispirato ai vecchi film italiani denominati "spaghetti western".
Normalmente libri di questo tipo (nonché film) non sono proprio il mio genere, ma avevo ricevuto questo ebook dopo la serata autore di Mario Micolucci alla quale avevo partecipato poiché avevo letto l'altro suo libro, "Il dono del reietto", un romanzo fantasy. Avendo trovato molto originale il libro di questo autore mi sono cimentata in questo genere insolito e devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita dalla sua originalità: all'inizio ho trovato la trama ricca di rimandi e omaggi ai vecchi western, persino dei cliché.
Il giovane Finn, chiamato da tutti dispregiativamente Donnola, vive accanto al padre, Hugg Badfinger, una figura orribile, burbera, volgare e violenta, legata molto più alla sua arma da fuoco che al figlio: le loro vite cambiano completamente quando si ritrovano un "malloppo" particolare, sottratto uccidendo un ranger. L'avidità e il desiderio di fare molti soldi li trascineranno in un'avventura violenta, "sporca" come la polvere in cui arrancano e come i villaggi che vengono raccontati, colmi di brutalità e di squallore. I personaggi femminili sembrano un mero contorno, presentati solo dagli occhi di maschi come oggetti del desiderio, trofei da vincere a qualcun altro; le vite umane un qualcosa di tranquillamente sacrificabile in vista del facile guadagno atteso.
Come accaduto però ne "Il dono del reietto", l'autore ribalta tutti gli stereotipi nel finale, strappando alla fine un sorriso per il colpo di scena e, tutto sommato, lasciando addosso al lettore un poetico senso di giustizia.
Il genere è difficile da trattare, molto di nicchia e veramente molto insolito, cosa che però alla fine ho apprezzato: spesso ho la sensazione di leggere "cose già viste", qui invece, ancora una volta, sono rimasta sorpresa. La forma è ancora molto da rivedere: la punteggiatura a volte è usata imprecisamente (virgole messe tra soggetto e verbo) e le È sono spesso E', ma nulla che non possa essere corretto e, forse, snellito successivamente.
Lo consiglio a chi cerca qualcosa di singolare e agli amanti del genere western.

Ecco il link alla pagina del blog:
The Mantovanis